Instagram


Benessere in cucina

RICETTE ANTISPRECO: Ananas

Dell’ananas si scarta più del 30%: non tutte le parti di scarto sono commestibili, ma le bucce e la cima meritano comunque di avere una seconda chance. Vediamo come:

Ananas grigliato con mousse alle mandorle

Ingredienti:
1 ananas
1 cucchiaio di zucchero di canna
Per la mousse:
150 g di mandorle pelate
5 albumi d’uovo
130 g di zucchero di canna
1 cubetto di cioccolato fondente
Preparazione
Tritate le mandorle nel tritatutto. Fate sciogliere lo zucchero in una pentola fino a quando assumerà un colore ambrato. Unite le mandorle tritate e mescolate a fuoco basso per qualche minuto, quindi spegnete e lasciate intiepidire. Montate gli albumi a neve e incorporateli alle mandorle, mescolando delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto. Riponete in un contenitore e conservate in frigorifero per almeno due ore. Tagliate le estremità all’ananas: la cima potrà essere messa in un vaso, ricoprendone la base con la terra, se volete provare a far crescere un albero di ananas in casa… Sbucciate il frutto e conservate la buccia per la ricetta Lato B. Tagliate l’ananas a fette spesse circa 2 cm. Scaldate una piastra e quando sarà ben calda cuocetevi le fette di ananas su entrambi i lati fino a quando saranno ben dorate. Suddividete nei piatti da dessert, e unite qualche cucchiaiata di mousse di mandorle. Completate con il cioccolato grattugiato e gustate.


Che fare con le bucce di ananas? Dopo la prima ricetta, ecco un fantastico aceto!

Ingredienti
  • La buccia di un ananas biologico
  • 125 g di zucchero grezzo di canna e 6 cucchiai di zucchero di canna
  • 1,5 litri di acqua
Preparazione
Lavate bene la buccia della ricetta Lato A con l’aiuto di una spazzolina. Mettetela in un recipiente dalla larga imboccatura, di vetro, legno o ceramica. Sciogliete lo zucchero grezzo nell’acqua e quindi unite il tutto alla buccia. Mescolate, coprite con un panno o una garza, fissando con un elastico. Mettete il contenitore a riposare in un luogo buio e fresco. Lasciate fermentare per due settimane, quindi unite due cucchiai di zucchero di canna e mescolate delicatamente. Ripetete ancora quest’operazione dopo due settimane. Trascorsi due mesi, l’acqua con zucchero e bucce sarà diventata aceto di ananas, profumato. Filtrate l’aceto, scartate le bucce di fermentazione e imbottigliatelo. Lasciate maturare per un altro mese prima di gustarlo. Provatelo sulle insalate, ma anche con carpacci di frutta. Usatelo pure per le marinate e per aggiungere ai vostri piatti una nota acidula e rinfrescante. Se non volete aspettare due mesi per gustare il vostro primo aceto di ananas, unite un paio di cucchiai di aceto di mela al composto: in questo modo velocizzerete il processo di acetificazione, anche se il gusto ne verrà leggermente modificato.