Instagram


News

17/12/2008 - Verso un negozio ad impatto zero

NaturaSì presenta i detersivi ecologici ricaricabili. Un’iniziativa che consente la riduzione di ben l’80% di plastica per le confezioni ed un risparmio per il cliente del 20% sul prezzo.
Martina Rainieri Resp. Acquisti no-food NaturaSì-Ecor

Un’iniziativa concreta per migliorare l’ambiente che consenta di partecipare attivamente alla sua tutela? È il caso dei detersivi ecologici ricaricabili che NaturaSì ora introduce nei suoi supermercati, proseguendo così nella realizzazione di un punto vendita ad impatto ambientale zero che in quest’ottica prevede anche altre iniziative volte al risparmio energetico quali l’adozione di energie rinnovabili, la diminuzione delle emissioni di anidride carbonica, la riduzione degli imballaggi e dei rifiuti, l’utilizzo di carte riciclate post-consumer per la realizzazione di “InformarSì” e dei materiali promozionali. Con questa iniziativa l’insegna punta a rendere immediatamente evidenti al cliente quali siano i vantaggi derivanti dall’adottare un comportamento maggiormente ecologico, anche nell’acquisto dei detersivi. L’opportunità di ricaricare i detersivi infatti, dà a ciascuno di noi l’occasione e la consapevolezza di poter compiere un’azione utile per l’ambiente permettendo contemporaneamente un significativo risparmio in termini economici e, visto il periodo, questo certamente non guasta.

All’interno dei vari punti vendita, saranno disposti distributori che erogheranno due tipologie di detersivi: per capi delicati al profumo di marsiglia e per stoviglie con aloe, oli di arancio e di limone e, come colorante naturale per distinguere il prodotto, la curcuma.

Nella filosofia della qualità che da sempre contraddistingue i prodotti in vendita da NaturaSì, anche questi detersivi, certificati da ICEA, sono ecologici: contengono sostanze detergenti vegetali ed altamente biodegradabili, sono profumati con oli essenziali provenienti da agricoltura biologica, non contengono sostanze di origine e derivazione animale, non sono sperimentati su animali e sono dermatologicamente testati su persone volontarie.

Come funziona la ricarica dei detersivi? Per la prima volta, il cliente procede all’acquisto di un flacone riutilizzabile pieno di detersivo. Alla cassa, chiede di applicare al flacone un nuovo codice a barre ed un’etichetta dell’Ecoriciclo. Una volta esaurito, riporta il flacone al punto vendita dove effettua egli stesso la ricarica dall’apposito dispenser verificando, grazie alla bilancia presente, l’effettiva quantità di detersivo.

Il distributore presenta un duplice vantaggio: oltre a far risparmiare al cliente circa il 20% rispetto al prezzo del flacone normale confezionato, aiuta l’ambiente riducendo dell’80% la produzione dei contenitori di plastica con significativi vantaggi per lo smaltimento e conseguente diminuzione del costo energetico e delle emissioni.
Anche il consumatore giocherà un ruolo attivo in quest’iniziativa: ricordandosi di portare con sè il flacone vuoto da riempire.