Home / Cabernet del Veneto IGT Perlage

Cabernet del Veneto IGT Perlage

Cabernet del Veneto IGT Perlage

€ 5,60

Disponibile

Confezione 750 ml

Prezzo al L € 7,47

Uve* Cabernet Sauvignon 80% e Franc 20%. (*da agricoltura biologica) - Contiene solfiti. - Alcol: 12% vol.

Denominazione: Vino biologico

Ente di controllo: IT BIO 002 Agricoltura Italia

Organismo di controllo autorizzato dal MiPAAF. Operatore controllato n. 5127

Stabilimento di produzione: Imbottigliato da Perlage srl, Farra di Soligo (TV)

Percorrendo la strada del Prosecco DOCG, che da Valdobbiadene porta a Conegliano e che nel 1966 è diventata la prima in Italia dedicata ad un vino, si incontrano numerosi tesori naturalistici e artistici risalenti a varie epoche: dall'aristocratica Villa dei Cedri di  Valdobbiadene all’elegante Villa Brandolini di Solighetto, dal borgo di Rolle, tutelato dal Fondo per l'Ambiente Italiano, ai Palù del Quartier del Piave, dai  celebri cipressi della chiesa di San Vigilio all'Abbazia di Follina, gioiello dell'architettura tardo romanica. Perlage si inserisce in  questo contesto di sapori, profumi e immagini con l'eleganza e l'umiltà di un figlio di questa terra che, per tre generazioni, ne ha curato e amato i frutti.
Il Cabernet Perlage viene prodotto dalla armonica unione tra uve cabernet franc e cabernet sauvignon, coltivate secondo i principi della agricoltura biologica. Perlage ottiene questo vino dal bouquet ricco e prodigo di inebrianti sensazioni. Il colore è rosso rubino con riflessi violacei; il profumo è vinoso intenso, caratteristico, di lamponi e frutti di bosco; sapore asciutto, sapido, di corpo snello, lievemente erbaceo, giustamente tannico e armonico. Accompagna in modo squisito arrosti di carni bianche o rosse, carni allo spiedo o in umido, cacciagione, formaggi stagionati e piatti dai sapori marcati. a denominazione IGT. Area di produzione e origine: pianure alluvionali del fiume Piave, area di Conegliano Valdobbiadene. Vinificazione: in rosso, non invecchiato. Bottiglia: bordolese. Acidità totale: < 4,5-5,5 g/l. Zuccheri residui: < 6 g/l.
La gestione del suolo di un vigneto biologico è uno dei fattori chiave per assicurare la conservazione del terreno agrario e della sua fertilità e, contemporaneamente, il mantenimento delle viti in un equilibrio ottimale per la produzione di uve di qualità. La gestione del suolo è uno dei punti nodali che caratterizzano l'agricoltura e, quindi, anche la viticoltura biologica. È da tenere presente che alcune tendenze e sperimentazioni della viticoltura moderna sono utili anche nel biologico.

Certificazioni

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per fornire i propri servizi e per inviarti pubblicità personalizzate. Chiudendo questo elemento o continuando la navigazione, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni o per gestire il consenso ai singoli cookies, clicca qui.
OK