Home / Fette biscottate di frumento semintegrale con olio di oliva Ecor

Fette biscottate di frumento semintegrale Eco

Fette biscottate di frumento semintegrale con olio di oliva Ecor

€ 3,46

Disponibile

Confezione 400 g

Prezzo al kg € 8,65

Farina di grano tenero* 92%, olio extravergine di oliva* 5%, lievito (saccharomyces cerevisiae), sale. (*da agricoltura biologica) - Può contenere tracce di latte e semi di sesamo.

Denominazione: Fette biscottate di frumento con olio extravergine di oliva 5%

Ente di controllo: DE-ÖKO-006 Agricoltura UE

Produttore-Distributore: EcorNaturaSì SpA - Via L. De Besi 20/C, 37139 Verona (VR) - Italia

Stabilimento di produzione: Prodotto da Biback Sommer & Co. KG, Rudolf-Diesel-Str. 5, 61267 Neu-Anspach Deutschland (Germania)

L’agricoltura biologica è un metodo di produzione agricola che non prevede l’utilizzo di prodotti chimici di sintesi, come fertilizzanti, diserbanti, insetticidi e anticrittogamici per la concimazione dei terreni, per la lotta alle infestanti, ai parassiti animali e alle malattie delle piante. La fertilità del terreno viene mantenuta e aumentata attraverso l’utilizzo di concime organico, compostati, sovesci e eventuali apporti minerali di origine naturale. È un metodo di produzione di tipo estensivo che cerca di rispettare il terreno attraverso la rotazione delle colture e ridotte lavorazioni. In tal senso si può definire l’agricoltura biologica come un metodo di produzione che si integra nei processi naturali in modo più compatibile, cercando di rispettare l’ambiente.
Conservare in luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce solare diretta.
Valori medi per 100 g
Energia 1677 kJ - 397 kcal
Grassi6,6 g
  di cui: acidi grassi saturi1,0 g
Carboidrati68,5 g
  di cui: zuccheri3,1 g
Fibre3,1 g
Proteine14,3 g
Sale0,8 g
Le fette biscottate Ecor vengono prodotte secondo un’antica ricetta del 1800 da Sommer & Co, azienda a conduzione familiare del nord della Germania che realizza prodotti da forno da 5 generazioni. L’impasto viene sistemato su teglie e lasciato lievitare e riposare. Si procede quindi alla prima cottura, terminata la quale si rovesciano le teglie e si lasciano raffreddare per 24 ore. Le forme ottenute vengono tagliate a fettine e infornate per la seconda cottura, per ottenere una fetta più dorata e croccante.
La tutela del suolo e l’aumento della fertilità si tengono con l’utilizzo di letame, di rocce minerali macinate e di materiale vegetale compostato. La lotta contro le piante infestanti le malattie ai parassiti si basa su una serie di misure, che comprendono: un programma di rotazione appropriato, per esempio non facendo mai succedere grano a grano, pomodoro pomodoro, fragola a fragola; in questo modo si evita che i parassiti, le erbe infestanti e altri organismi nocivi colonizzino l’ambiente; la scelta di specie rustiche resistenti che non necessitino, come per le varietà convenzionali, di trattamenti con sostanze chimiche nocive; la protezione dei “nemici naturali” dei parassiti; la coltivazione meccanica praticata con zappe, erpici strigliatori, sarchiatori rincalzatori, che evitano il ricorso ai diserbanti chimici.
Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per fornire i propri servizi e per inviarti pubblicità personalizzate. Chiudendo questo elemento o continuando la navigazione, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni o per gestire il consenso ai singoli cookies, clicca qui.
OK