{{content.title}}

{{content.description}}

Home /  Il biologico secondo noi /  Campagna NaturaSi 2016

{{content.title}}

{{content.extra_fields.abstract.value}}

Un’agricoltura che tutela la fertilità della terra, l’ambiente e la biodiversità, il lavoro degli agricoltori: NaturaSì lavora e sostiene gli agricoltori bio che tutti i giorni lavorano con questo scopo. Uomini e donne che con passione, impegno ed entusiasmo offrono un futuro all’agricoltura e a tutti noi.
 

Agricoltori che abbracciano l’innovazione e la ricerca, che aprono le porte delle loro aziende per far vivere ai consumatori il bio, che studiano e si impegnano per garantirci cibo che è vero nutrimento.

Agricoltori che hanno scelto di coltivare e di allevare escludendo i prodotti chimici di sintesi e i pesticidi, per ridonare fertilità alla terra, per abbassare l’inquinamento dei suoli e delle acque, per tutelare la salute dell’uomo.

Un uso smodato di pesticidi inaridisce il terreno e da una terra priva di vitalità non offre prodotti che nutrono davvero. Un uso smodato di pesticidi inquina le falde acquifere e l’acqua stessa che tutti noi beviamo e utilizziamo. Un ambiente inquinato rappresenta un habitat scomodo prima di tutto per l’uomo perché è la causa di molte problematiche per la salute.


Quanto paga la Terra per l’impoverimento del suolo?

Nei supermercati NaturaSì trovi tanti prodotti provenienti da aziende agricole biologiche e biodinamiche. Un metodo che non solo mette al bando l’uso di sostanze chimiche nocive, ma evita l’impoverimento del suolo e lo spreco dell’acqua, proteggendo il bene più prezioso per l’umanità e per la natura: la fertilità della terra. 

Insieme a te per la terra.



Che valore hanno la natura e la tradizione contadina?



Nei supermercati NaturaSì trovi tanti prodotti di fattorie biologiche e biodinamiche. Una scelta di campo che valorizza la fatica, la passione e il coraggio di tante persone che lavorano la terra con le mani e con il cuore, mettendo al primo posto la natura, non il profitto.

Insieme a te per gli agricoltori.

{{interaction.resource_info.title}}