Ricerca e sementi

Fondazione Seminare il Futuro

NaturaSi-Fondazione-seminare-futuro

Nata nel 2019, grazie anche al contributo di EcorNaturaSì, la

Il seme è l’elemento fondamentale del nostro sistema agroalimentare e spesso sottovalutiamo il forte impatto che questa, apparentemente piccola risorsa, ha sul nostro modo di coltivare, su ciò che mangiamo e sulla nostra salute; ha un grande potenziale per trasformare il nostro sistema alimentare, soprattutto se abbinato ai principi cardine dell’agricoltura biologica e biodinamica, principi di salute, ecologia ed equità. È importante che gli agricoltori abbiano a disposizione sementi biologiche di alta qualità per tutte le regioni, i tipi di coltura e le scale aziendali, in modo che possano sfruttare a pieno il potenziale produttivo dei loro sistemi colturali. Uno dei modi per raggiungere questo obiettivo è realizzare programmi di breeding specifici per l’agricoltura biologica, che portino alla selezione di varietà biologiche e che diano importanza non solo al prodotto finale, ma all’intero processo.

La Fondazione

La Fondazione “Seminare il Futuro” (SIF), costituita nel febbraio 2019 da EcorNaturaSì, Coop Gino Girolomoni, Libera Fondazione Antroposofica e Fonds für Kultur-pflanzen-Entwicklung, nasce proprio con l’obiettivo di finanziare progetti di miglioramento genetico per il biologico e la formazione tecnica per la selezione e la produzione di sementi biologiche. Già da 4 anni i partner fondatori di “Seminare il Futuro” stanno finanziando progetti di ricerca volti alla selezione di varietà per l’agricoltura biologica. Tra questi, il progetto sulla selezione di varietà di frumento duro in collaborazione con il CREA di Foggia e il breeder Peter Kunz, fondatore dell’associazione no-profit GZPK la quale, da 35 anni in Svizzera, si occupa di miglioramento genetico per l’agricoltura biologica.  Da questo progetto, terminato lo scorso anno, è stato possibile selezionare tre linee promettenti, una delle quali in corso di registrazione. Inoltre, dalla prossima stagione sarà possibile iniziare l’attività di selezione, con gli agricoltori, nelle popolazioni frutto di incroci realizza-ti da Peter Kunz nel corso del progetto per sviluppare ulteriori varietà.

L’impegno per la biodiversità

La Fondazione finanzia progetti volti al recupero, rigenerazione e coltivazione delle varietà antiche e locali allo scopo di conservare la biodiversità, rendendola fruibile a tutti gli agricoltori. 

Molto è stato fatto da associazioni e direttamente dagli agricoltori. “Seminare il Futuro” vuole contribuire a preservare la biodiversità in Italia e ad aumentare la consapevolezza dell’utilità di questa diversità tra agricoltori, breeder e ricercatori. 

La Fondazione ha anche l’obiettivo di finanziare pro-getti volti a creare nuova diversità a partire da quella del passato e del presente per essere pronti ad affrontare il futuro. I cambiamenti climatici ci porteranno inevitabilmente ad affrontare nuove sfide e la Fondazione intende contribuire a selezionare varietà pronte a farvi fronte. Per raggiungere questi obiettivi utilizzeremo materiale locale ma non solo. Ad esempio, 250 linee di grano duro sono state selezionate lo scorso anno in ICARDA Maroc-co e adesso sono coltivate presso i campi prova del Centro di Ricerche Agro-Ambientali Enrico Avanzi di Pisa.