Prodotti
Categorie

Composta di Mirtillo Ecor

Il nostro contributo per la salvaguardia della foresta Lettone

La composta di mirtillo selvatico Ecor fa parte del nostro progetto di filiera, perché oltre a seguire tutte le fasi di raccolta e trasformazione, crea un collegamento fra il produttore, il negoziante e il consumatore. Insieme condividono l'esperienza di questo progetto in un processo di arricchimento comune.

La dolce bacca blu

Il Vaccinium Angustifolium, o mirtillo nero selvatico, è una presenza costante nei fitti boschi che caratterizzano molta parte del territorio nord e centro europeo. È un arbusto di dimensioni modeste, con foglie ovali e di colore verde chiaro e fiori dalle sfumature rosa intenso.

Il mirtillo oltre a essere buono da degustare è considerato dalla tradizione un valido aiuto per il benessere dell’uomo anche in decotti, tinture e sciroppi.

La materia prima

Le nostre composte sono preparate con il mirtillo selvatico raccolto nelle foreste lettoni, che rappresentano il 70% del territorio del Paese.

Con il nostro trasformatore, abbiamo scelto di utilizzare questa varietà selvatica, perché contribuisce a dare alla composta un colore e un sapore più intensi. L’azienda con cui collaboriamo in Lettonia, la Pharmeco di Madona-Madonas Region, lavora per la raccolta di mirtillo selvatico su circa 1200 ettari di foresta, in parte in concessione governativa e in parte in affitto pluriennale da privati. 

L'ente di certificazione biologico lettone ha certificato la foresta in concessione/affitto a quest’azienda. Un frequente e adeguato monitoraggio garantisce anche l’assenza di fattori di inquinamento ambientale, compreso il rischio di eventuali contaminazioni radioattive.

La raccolta

La raccolta del mirtillo in Lettonia ha una notevole importanza economico-sociale e ambientale. Le risorse naturali delle foreste, in particolare il commercio di legname, sono, infatti, da sempre la base dell’economia del Paese. Da qualche tempo, però, il governo ha deciso di incoraggiare l’attività di raccolta di mirtillo per salvaguardare il patrimonio forestale minacciato da un eccessivo taglio boschivo.

Acquistare la materia prima per la nostra composta in Lettonia, per noi significa sostenere un progetto sociale e ambientale che permetta alle famiglie raccoglitrici di poter contare su un’economia interna senza depauperare la risorsa “foresta”.

I liberi raccoglitori

I “liberi raccoglitori” consegnano le bacche blu quotidianamente in 180 punti di raccolta, gestiti direttamente dall’azienda Pharmeco che provvede al condizionamento, alla selezione e alla commercializzazione del mirtillo.

Per le famiglie lettoni, questo significa portare a casa, per un lavoro che dura circa 40 giorni, quasi il doppio di uno stipendio mensile medio; questo raccogliendo a mano circa 20 kg di mirtillo al giorno nel periodo che va da fine luglio ai primi di settembre, quindi durante le ferie. Chiunque può diventare raccoglitore e far parte della rete di conferitori di mirtillo selvatico per la Pharmeco.

Lo sai che...

Il vasetto di composta Ecor da 300g contiene circa 600 bacche di mirtillo selvatico trasformate in 183g di composta. Un concentrato di natura per il tuo benessere quotidiano!

I nostri controlli per una garanzia di qualità

Gli agronomi del nostro settore agricolo e il nostro Controllo Qualità hanno visitato e controllato sia la realtà lettone, la Pharmeco, che l’azienda italiana di trasformazione, la Menz & Gasser, della sede di Novaledo (TN) verificando attentamente ogni fase della produzione. Questa relazione permette di lavorare a fianco dei produttori, in un rapporto di fiducia reciproca, per garantire sicurezza e trasparenza al consumatore finale.

I mirtilli selvatici destinati alla produzione della nostra composta appena raccolti sono puliti, portati a -25° e stoccati in celle dedicate solo alla nostra filiera. Trasportati poi in speciali container, predisposti per mantenere la catena del freddo, nella sede del trasformatore, vengono conservati in apposite celle frigorifere, in zone esclusivamente riservate alle composte a marchio Ecor.

Questo processo assicura che per le composte si parta quindi sempre dalla materia prima, i mirtilli, e non da semilavorati come, ad esempio, estratti o polpe di frutta già pronte. Una selezionatrice ottica garantisce ai mirtilli, prima che finiscano nell’impianto di cottura, un’ ulteriore pulizia da eventuali residui di foglie ecc. Le nostre composte sono quindi realizzate con linee di lavorazione predisposte per la produzione del biologico certificato, prelevando di volta in volta la quantità di mirtillo necessaria.


Questo prodotto fa parte della Rivoluzione del Gusto