{{getImageAlt(content, null)}}

{{content.title}}

Per conoscere Alessandro Colombini, titolare dell’azienda “Bio Colombini”, abbiamo proseguito il nostro viaggio fino in Toscana, a Crespina, in provincia di Pisa.
Con una lunga chiacchierata ci ha raccontato come l’azienda, nata dall’attività del nonno, dopo un breve periodo all’insegna dell’agricoltura convenzionale, si sia convertita nel 1997 a quella biologica, ancora oggi unica nella zona. Per Alessandro è una responsabilità verso il consumatore e un omaggio alla tradizione di una volta, quando non esistevano biologico o convenzionale, ma semplicemente l’agricoltura che rispettava i tempi e le esigenze della natura.

Da allora, l’azienda si è ingrandita e oggi comprende 40 ettari su cui produce 56 varietà di ortaggi; oltre a contare su alcuni lavoratori fissi, si impegna da anni nell’offrire opportunità a ragazzi in difficoltà. Irene, per esempio, esprime chiaramente tutto l’entusiasmo e la voglia di fare quando ci dice che “Tutto biologico è più bello”.
Nel corso degli anni, EcorNaturaSì ha sostenuto l’azienda “come una figura paterna”, spiega sorridendo Alessandro. “Qui è palpabile la voglia di avvicinarsi al consumatore spiegando il concetto del giusto prezzo. Il mio invito è sempre quello di entrare nel campo per scoprire quello che facciamo ogni giorno. In questo EcorNaturaSì si sta impegnando molto, ed è estremamente importante.”

Prima di salutarci, un bel pensiero da condividere con i nostri lettori: “Ognuno di noi ha la possibilità di cambiare il mondo, non possiamo sempre dare la colpa solo alla politica: se incanaliamo i nostri sforzi nella proposta di un’alimentazione sana per l’uomo e un’agricoltura sana per la terra, renderemo il mondo un posto migliore per i nostri figli.”