Prodotti
Categorie

Da NaturaSì le mascherine riutilizzabili in cotone attestate dall'istituto superiore di sanità

Continua il nostro impegno per la riduzione del monouso e il rispetto del pianeta

Con l’avvicinarsi della fase 2 dell’emergenza Covid-19 aumenta la necessità di dotarsi di mascherine. Se adesso ne servono un quantitativo ristretto, perché proporzionale al numero di persone che circolano, dal 4 maggio si dovrà prevedere un’impennata nei consumi e nello smaltimento. Si stima che entro capodanno avremo utilizzato e buttato nella spazzatura 1 miliardo e 200 milioni di mascherine. In altre parole, 300 tonnellate di rifiuti in più da smaltire.

Per ridurre al minimo quello che si prospetta come un inevitabile aumento dell’usa e getta, rendiamo disponibili alla vendita le mascherine in cotone lavabili fino a 15 volte, realizzate dalla Cooperativa sociale Quid. Sono prodotti classificati come maschera ad uso medico di “Tipo I” (Attestazione dell’Istituto Superiore di Sanità 16 aprile 2020).

Le mascherine in cotone garantiscono la protezione richiesta ma con un impatto sull’ambiente ridotto di 15 volte. Una scelta in linea con quanto abbiamo fatto fino ad ora per ridurre il più possibile il ricorso all’usa e getta, e quindi la produzione di rifiuti, a partire dalla spesa.

Ad oggi abbiamo già eliminato le bottiglie in plastica in quasi 60 punti vendita, dove sono stati installati degli erogatori per l’acqua, e abbiamo introdotto la vendita di 22 prodotti secchi sfusi che prima venivano venduti solo in confezioni di plastica. Azioni che si sono affiancate alla scelta di introdurre sacchetti riutilizzabili per l’ortofrutta e i prodotti sfusi.

Fin dai primi giorni della crisi sanitaria, ci siamo attivati per essere vicini ai nostri clienti e alla nostra comunità allargata. Siamo convinti che solo rispettando l’equilibrio tra uomo e Natura si possa uscire più forti da questa emergenza e per farlo dobbiamo partire dalle scelte quotidiane. Il rischio che corriamo, infatti, è quello non solo di tornare alla ‘normalità’ che ci ha condotti fin qui, ma anche di dover risolvere problemi ulteriori, come appunto lo smaltimento dei dispositivi protettivi che ci sono necessari e che vanno, quindi, usati. Anche qui si possono fare scelte con maggiore attenzione al futuro e alla sostenibilità. Oggi più che mai, dobbiamo pensarci all’interno di un ecosistema e non più solo come singoli individui. Solo così potremo uscirne più forti collettivamente.

Il lavaggio è semplice: basta immergerle in 1 litro di acqua con 5 grammi di candeggina, sciacquare con acqua corrente e fare asciugare all’aria per poi stirare a massima temperatura fino al quindicesimo utilizzo. Le confezioni di mascherine lavabili saranno messe a disposizione di tutto il personale del gruppo NaturaSì, compresi gli addetti dei negozi, oltre che essere vendute al pubblico.

Le mascherine riutilizzabili sono realizzate dalla Cooperativa Sociale Quid Onlus di Verona, la quale dà lavoro a donne e uomini con un passato difficile che, in questo spazio, hanno potuto, guidati da esperti capaci, reinserirsi nel mondo del lavoro e immaginare un futuro migliore.

In questi mesi proprio grazie alla riapertura e riconversione della produzione delle mascherine è stato possibile garantire loro una continuità lavorativa che la pandemia in corso avrebbe messo a rischio. Non è la prima volta che collaboriamo con la Cooperativa Quid insieme sul tema del riuso: da ormai due anni nei nostri punti vendita bio sono a disposizione retine riutilizzabili per l’ortofrutta al posto dell’usa e getta in bioplastica.

FAQ

Sono prodotti classificati come maschera ad uso medico di Tipo I con Attestazione dell’Istituto Superiore di Sanità del 16 aprile 2020. Sono equiparabili alla mascherina chirurgica. Vuol dire che le mascherine hanno superato i test di capacità filtrante ai batteri, di carico biologico, di traspirabilità, di tossicità, e di irritazione. 

Nel sito dell’ISS è presente l’elenco completo delle aziende che hanno ricevuto l’approvazione alla produzione e commercializzazione delle mascherine. 

E’ una maschera facciale ad uso medico di Tipo I, in cotone, non sterile, con nasello, riutilizzabile e lavabile fino a 15 volte. La mascherina copre la bocca e il naso per fornire una barriera e ridurre il rischio di diffusione delle infezioni.

Le mascherine sono lavabili e riutilizzabili fino a 15 volte (in accordo con i test effettuati per la certificazione dell’Istituto Superiore della Sanità. Sono garantite fino a 15 lavaggi, seguendo le modalità indicate nelle istruzioni per il lavaggio.

Basta immergerle in 1 litro di acqua con 5 grammi di candeggina, sciacquare con acqua corrente e fare asciugare all’aria per poi stirare a massima temperatura fino al quindicesimo utilizzo. 

No, vanno lavate a mano seguendo le indicazioni sopra riportate. 

La mascherina mantiene un confort adeguato per 5/8 ore, dopodiché è consigliabile il lavaggio.

Sono realizzate in cotone ed elastan (97%CO, 3% EA). La mascherina è costituita da 1 strato di tessuto, con cucitura lungo il perimetro (misura finita L170mmxH90mm) e plissettature sui lati corti, orientate dall’alto verso il basso per evitare l’accumulo di polvere e goccioline e per dare ampiezza alla mascherina, evitando l’eccessivo appoggio al volto durante la respirazione. I lati corti sono rigirati e bloccati con una cucitura, nella quale vengono fissati ulteriormente gli elastici: questa doppia fermatura garantisce la loro tenuta. Il dispositivo è inoltre fornito di nasello in lega di alluminio-magnesio, per una migliore aderenza al viso.

Le mascherine misurano 170mm di larghezza x 90mm di altezza.

No, al momento non sono ancora disponibili.