Prodotti
Categorie

Giovani a tutto crowdfunding

News

 

 

Sono partite le campagne di crowdfunding dei progetti vincitori del bando “Il cambiamento siamo noi”, promosso dai giovani del gruppo Laboratorio 2050.

I cinque team selezionati hanno dimostrato grande impegno ed entusiasmo. Ora è il momento di sostenerli e aiutarli a realizzare i loro progetti!

Ecco a voi un riepilogo dei progetti e delle rispettive campagne di crowdfunding:

 

RECUP+

Proposto da RECUP, Associazione di Promozione Sociale di Milano, che ha come obiettivo la lotta contro lo spreco alimentare, attraverso il recupero del cibo invenduto dei mercati. Gli alimenti che vengono recuperati, altrimenti considerati uno scarto, vengono distribuiti agli stessi volontari che hanno contribuito alla raccolta. Il nuovo progetto, dal nome Recup+ vuole dare continuità all’attività già in atto, creando un laboratorio di trasformazione dove elaborare le materie prime alimentari.

Bike Stop “Alberga Bici”

La cooperativa sociale “Il Faro” con sede a Brindisi, dedicata all’accoglienza di giovani donne e bambini, propone di ristrutturare e riqualificare uno spazio denominato Bike Stop “Alberga Bici” con ciclo officina, nella ex fabbrica che l’associazione ha preso in carico a scopi sociali e chiamata“La Fabbrica del Farò”. Si tratta di uno spazio per la comunità, dedicato all’accoglienza di cicloturisti e di viaggiatori in turismo sociale, che sarà gestito dalle donne accolte dalla cooperativa.  

Riciclo inclusivo

Progetto proposto dall’associazione Sea Scout che ha come obiettivo quello di colmare il gap esperienziale di ragazzi con fragilità e raggiungere la consapevolezza delle abilità residue, necessarie e probabilmente sufficienti a creare le autonomie minime per l’indipendenza all’interno di una comunità, oltre all’accettazione sociale. L’idea è quella di raccogliere la plastica lungo le spiagge dell'Area Marina Protetta del Sinis (Or), per farne piccoli oggetti di utilizzo quotidiano. La materia prima, la plastica riciclata, viene ricavata triturando gli oggetti, in granuli versati poi in un estrusore che li pressa in stampi. L’intera filiera sarà condotta da ragazzi con svantaggio cognitivo relazionale ed un tutor. 

Una panchina per il Villaggio del Sole

Il circolo Cas*Aupa APS nasce come luogo di aggregazione di giovani, in un quartiere periferico della città di Udine. "Una panchina per il Villaggio del Sole" è un progetto di comunità che si basa sulla sensibilizzazione degli abitanti del quartiere udinese Villaggio del Sole, riguardo ai temi del riciclo, della sostenibilità e dell'economia circolare. In particolare, prevede la costruzione di oggetti di pubblico utilizzo in plastica riciclata, da donare agli abitanti del quartiere, mirando all’organizzazione di una giornata-evento dove verrà costruita una panchina con materiale di riciclo, da posizionare in un parco pubblico vicino, come evento di sensibilizzazione ambientale e momento di socialità. Le persone saranno invitate a conferire la propria plastica presso il lab al fine di essere riutilizzata per le opere, a beneficio della comunità del territorio.

Giardino sospeso: l’Orto Custode

L’associazione La Nostra Comunità, un'organizzazione di volontariato che opera con servizi educativi e culturali a favore dell’inclusione scolastica, sociale e lavorativa di persone con disabilità nei territori locali del Municipio 4 della città di Milano, propone il progetto: “Giardino Sospeso”. Il progetto prevede l’organizzazione di uno spazio verde, adibito a orto-giardino, situato nell’ampia terrazza di 160 mq che circonda la sede del Centro Educativo Minori CABò - Costruttori a bordo. Lo spazio verde prende il nome di “Orto Custode”. La vocazione dello spazio è pubblica per creare occasioni di aggregazione e di partecipazione per la comunità scolastica e più in generale educante del quartiere.