{{content.title}}

{{content.description}}

Home /  Ortofrutta di stagione /  Ciliegia

{{content.title}}

{{content.extra_fields.abstract.value}}


1. Il ciliegio è una pianta molto antica e dalla provenienza incerta

La sua origine è collocata presumibilmente tra il Mar Nero e il Mar Caspio, ma c'è chi ipotizza possa essere originario dell’Asia nord occidentale. Pare che sia stato poi il generale romano Lucullo (I secolo a.C.) il primo a piantarlo in Italia, nel giardino della sua villa.
 

2. Due varietà, due sapori molto diversi

Appartenente alla stessa famiglia delle rose, il ciliegio si presenta in due varietà: il Prunus avium, molto diffuso in Italia, e il Prunus cerasus, diffuso nel Nord Europa. Dal primo nascono le ciliegie vere e proprie, distinte in tenerine, più piccole e succose, e in duracine (i cosiddetti duroni), più grandi e sode. Dal Prunus cersasus, invece, nascono le ciliegie marasche e le amarene.
 

3. Se le raccogli acerbe, acerbe rimangono

Il ciliegio non ama la siccità, ha bisogno di irrigazioni regolari e predilige climi temperati e moderatamente piovosi. Può raggiungere anche altezze piuttosto elevate e, pertanto, deve essere coltivato in campo aperto, non in vaso. Fiorisce in primavera, ma le ciliegie si raccolgono, manualmente, tra maggio e luglio. Si raccomanda di staccarle dal ramo solo una volta raggiunto il giusto grado di maturazione: infatti, se raccolte acerbe, acerbe rimarranno.
 

4. Sono fra i frutti che deperiscono più facilmente

Quando si acquistano, le ciliegie devono avere un colore omogeneo e brillante, più o meno rosso, e una consistenza al tatto più o meno soda, a seconda delle varietà di appartenenza. Si tratta di frutti piuttosto delicati, che deperiscono facilmente e che non hanno una durata prolungata nel tempo.
 

5. Il frutto perfetto per dolci delicati

Buonissime da sole, le ciliegie sono ingredienti molto versatili per tante ricette diverse. Indicate per la creazione di plum cake, torte  e macedonie, le ciliegie sono inoltre utilizzabili per la preparazione di un delicato sciroppo caldo con cui guarnire il gelato alla vaniglia o alla crema.

{{interaction.resource_info.title}}

{{getImageAlt(content, null)}}

Le proprietà della ciliegia

Ha un basso apporto calorico

La componente principale della ciliegia, come per la maggior parte dei frutti, è l’acqua (86,2 g per 100 g), per cui contrariamente a quanto si potrebbe comunemente dire, l’apporto calorico risulta davvero basso (38 kcal per 100 g).

Antiossidante e antinfiammatoria

Il colore rosso intenso di questo frutto è dato da sostanze chiamate antociani, le quali, da più ricerche ancora da confermare, sembrerebbero esercitare un'azione positiva sull’organismo grazie a spiccate proprietà antiossidanti e a proprietà antinfiammatorie.

Decotti depurativi e cuscini termici

La tradizione popolare ci insegna che delle ciliegie si utilizzano anche piccioli e noccioli: con i primi si preparano dei decotti a cui si attribuirebbero proprietà depurative. I noccioli, invece, si utilizzano come imbottitura di cuscini che possono essere utilizzati sia freddi che riscaldati, per alleviare dolori o traumi.

Quando e come inserirla nell'alimentazione dei bambini?

DAI 6 AI 9 MESI meglio evitare il consumo di ciliegie per il loro potenziale allergenico.

DAI 9 AI 12 MESI potete far assaggiare piccoli pezzetti di ciliegia da soli o frullati nello yogurt; una volta denocciolata la ciliegia si presta anche a produrre deliziosi succhi.

DOPO L'ANNO potete utilizzare le ciliegie anche sotto forma di confettura o crema da spalmare sul pane a colazione, oppure per fare gelati, crostate e altri dolci.

{{getImageAlt(content, null)}}
Tra i nostri produttori di ciliegie troviamo la Tenuta Fortelongo, azienda fondata nel 1995 a San Giorgio di Perlena, in provincia di Vicenza, situata in piena collina, a 260 metri sul livello del mare. La particolare collocazione dell’azienda, sul versante sud ovest, permette la coltivazione ottimale della ciliegia IGP di Marostica, specialità frutticola tipica della zona. La Tenuta Fortelongo è l’unica azienda ad avere sia la certificazione IGP che quella biologica. La cura delle sue piante avviene con preparati a base di alghe e propoli. Le ciliegie, raccolte al mattino, vengono consegnate la sera stessa per la distribuzione nei negozi specializzati.

Altri produttori:
Az. Agr. Vernelli