{{content.title}}

{{content.description}}

Home /  Ortofrutta di stagione /  Cipolla Rossa

{{content.title}}

{{content.extra_fields.abstract.value}}


1. Tanti colori, tanti sapori

Nota con il nome botanico di Allium cepa, la cipolla appartiene alla famiglia delle Liliceae, e si presenta come un bulbo ricoperto da sottili sfoglie sovrapposte. Ne esistono molte varietà, che si differenziano per il colore del bulbo che può essere bianco, giallo dorato oppure rosso. Tali differenze cromatiche trovano riscontro anche nel gusto delle cipolle, che può essere più o meno dolce e aromatico, e nella maggiore o minore croccantezza del bulbo.
 

2. La raccolta avviene o a fine estate o in primavera

Anche dal punto di vista della coltivazione esistono diverse varietà, raggruppate in due categorie principali: quelle seminate per la raccolta di fine estate e quelle seminate per la raccolta primaverile. Per crescere al meglio, la cipolla predilige un terreno sabbioso con un buon drenaggio e richiede concimazioni di buona qualità, soprattutto in prossimità delle radici. La raccolta viene effettuata manualmente e la resa cambia significativamente a seconda del metodo di coltivazione impiegato: biologico o convenzionale.
 

3. Protagonista nella cucina italiana da più di 2000 anni

Originaria dell’Asia occidentale e importata dai Fenici, pare che la cipolla rossa sia coltivata in Italia da più di 2000 anni. Esistono diverse varietà di cipolla rossa distinte a seconda della zona di coltivazione e della forma del bulbo. Sono contraddistinte dal colore rosso della “buccia”, ma una volta sfogliate all'interno sono bianche, con delle venature rosse che le rendono uniche.
 

4. Un luogo asciutto e fresco per conservarle al meglio

Al momento dell’acquisto, la cipolla rossa deve apparire soda, senza ammaccature e soprattutto senza germogli. La sua conservazione può durare anche per 2-3 settimane, avendo però cura di riporla in un luogo fresco e asciutto, fuori dal frigorifero. Prima di utilizzarla, è necessario pulirla eliminandone le sfoglie esterne e le estremità superiori e inferiori.
 

5. Oltre alla cucina è usata in alcuni rimedi erboristici

La cipolla rossa è un ingrediente molto versatile: può essere saltata in padella, fritta, caramellata oppure gratinata al forno, a seconda dei gusti e delle esigenze. Indicata come condimento per la pasta e come ingrediente per minestre e zuppe, permette di preparare squisite frittate ed è ottima per farcire focacce, pani e torte salate. Oltre al suo impiego in cucina, la tradizione popolare ha fatto della cipolla rossa l’ingrediente di alcuni rimedi erboristici.
 

{{interaction.resource_info.title}}

{{getImageAlt(content, null)}}

Le proprietà della cipolla

Fonte di fibre con poche calorie

La cipolla ha infatti solo 26 kcal e fornisce 3,8 g per ogni 100 g.

Secondo la tradizione è un antibiotico naturale

Contiene composti a base di zolfo (solfossidi) che ci fanno lacrimare, ma son quelli che, secondo la tradizione popolare, funzionerebbero come antibiotico naturale, antiinfiammatorio, antidolorifico, mucolitico e diuretico.

Buona non solo in padella!

Oltre all’uso alimentare la tradizione la destinava a impacchi per contrastare otiti, cistiti e sinusiti.

{{getImageAlt(content, null)}}

Come e quando inserirla nell’alimentazione dei bambini?


DAI 6 AI 9 MESI si può usare la cipolla nel brodo vegetale per preparare pappe saporite.

DAI 9 AI 12 MESI si possono mettere dei pezzi abbastanza grossi di cipolla (da togliere prima di servire) nelle pappe di verdure, cereali o lenticchie. Potete anche provare a passarne piccole quantità e vedere se vengono ben tollerate dall’intestino del bambino.

DOPO L'ANNO il bambino può iniziare a mangiare dei pezzi di cipolla lessa oppure stufata in risotti o “cerealotti”, minestroni o salse.