{{content.title}}

{{content.description}}

Home /  Ortofrutta di stagione /  Peperone

{{content.title}}

{{content.extra_fields.abstract.value}}


1. Il peperone è botanicamente noto come Capsicum annum

L’etimologia deriva dal termine latino capsa, ovvero scatola o contenitore, che potrebbe alludere alla sua forma e ai semi che contiene. Pare abbia avuto origine nell’America meridionale, dove era conosciuto sin dai tempi degli Aztechi.
 

2. È un ortaggio tipicamente estivo

A seconda delle varietà, il peperone può essere rosso, verde, giallo, oppure screziato di tutti e tre questi colori. Quello verde è contraddistinto da una maggiore croccantezza e da un gusto più acre; quello giallo e soprattutto quello rosso hanno invece una consistenza più morbida e un gusto più dolce. I peperoni si distinguono poi in dolci e in piccanti, i cosiddetti peperoncini, la cui piccantezza è dovuta al contenuto di capsaicina presente nella polpa e nei semi.
 

3. Non si semina, si trapianta

Il peperone non si semina, ma si trapianta in periodi diversi a seconda delle latitudini. In Italia al nord si trapianta in tarda primavera per raccoglierlo poi in estate, mentre al sud a fine estate per raccoglierlo in autunno/inverno. Fondamentali per la sua crescita sono il terreno, profondo e fertile, e l’irrigazione, abbondante.
 

4. Compattezza come sinonimo di qualità

All’acquisto, è bene che i peperoni si presentino compatti e sodi, con la buccia ben tesa e lucida e il picciolo ben attaccato al frutto. Se non s’intende consumarli subito, si possono riporre in frigorifero e conservare per alcuni giorni nel cassetto delle verdure. Si consiglia di lavarli sotto l’acqua corrente per eliminare eventuali impurità.
 

5. Si presta a molteplici utilizzi culinari

Può essere mangiato crudo in insalata oppure cotto, grigliato sulla piastra o saltato in padella. Il peperone è indicato per la preparazione di sughi e, grazie alla sua forma concava, si può anche farcire. I peperoni, soprattutto piccoli, si possono conservare sott’olio, sott’aceto oppure in agrodolce.

{{interaction.resource_info.title}}