Home / Shoyu Crudigno

Shoyu Crudigno

Shoyu Crudigno

€ 3,79

Disponibile

Confezione 250 ml

Prezzo al L € 15,16

Acqua, fagioli di soia*, sale, frumento* (contiene glutine)*, alcol*. (*da agricoltura biologica) - Può contenere tracce di frutta a guscio e semi di sesamo.

Denominazione: Salsa di soia shoyu

Ente di controllo: IT BIO 007 Agricoltura non UE

Organismo di controllo autorizzato dal MiPAAF. Operatore controllato n. 104064

Produttore-Distributore: Organic Oils Italia Srl - Strada Montebuono 12/b, 06132 Mugnano (PG) - Italia

Stabilimento di produzione: Prodotto da Organic Oils Italia S.r.l., sede e stabilimento in Mugnano (PG), Strada Montebuono 12/B, 06132, Italia.

Crudigno sceglie materie prime di altissima qualità, provenienti da coltivazioni biologiche certificate, e le controlla attenendosi agli standard internazionali più severi. Le trasforma con una tecnologia di spremitura a temperatura ambiente che garantisce la produzione degli oli conferendo loro una elevatissima resistenza all'irrancidimento e fenomeni ossidativi connessi, per conservare in pieno la sinergia d'azione delle sostanze antiossidanti naturalmente presenti nell'olio, rendendole massimamente biodisponibili, ovvero assimilabili dall'organismo. La gamma di prodotti Crudigno è atta a coprire totalmente il fabbisogno giornaliero di acidi grassi essenziali, di vitamine ed altri micronutrienti, elementi di azione utili contro i radicali liberi.
Ideale sia a crudo che per cottura.
Conservare in luogo fresco e asciutto, lontano da fonti di luce e calore. Una volta aperto conservare in frigo.
Valori medi per 100 ml
Energia 316 kJ - 75 kcal
Grassi0 g
Carboidrati8,3 g
  di cui: zuccheri3,0 g
Proteine10,5 g
Sale14190 mg
Tutti i prodotti della linea Crudigno sono ottenuti nel rispetto dei metodi produttivi dell'agricoltura biologica. Il segreto della loro naturalezza risiede nel rigore con il quale vengono applicati tali principi, creando un sistema produttivo in perfetta sintonia con l’ambiente e le esigenze dell’uomo. Gli oli Crudigno vengono ottenuti dall’applicazione di metodi produttivi che escludono l’utilizzo di sostanze chimiche e di organismi geneticamente modificati.

Nata originariamente in Cina, la salsa di soia tipo Tamari fu introdotta in Giappone alla fine del VII secolo, ad opera dei monaci buddhisti, che la utilizzavano per conferire ai cibi un certo aroma di carne, poiché la carne ed il pesce erano vietati dai precetti religiosi. La salsa di soia arrivò per la prima volta in Europa grazie ai missionari alla corte di Luigi XV. Oggi è largamente utilizzata nella cucina e nelle abitudini quotidiane di tutto il mondo.

Certificazioni

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per fornire i propri servizi e per inviarti pubblicità personalizzate. Chiudendo questo elemento o continuando la navigazione, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni o per gestire il consenso ai singoli cookies, clicca qui.
OK