Prodotti
Categorie

NaturaSì dà il via un nuovo progetto per salvaguardare gli insetti impollinatori nelle aziende agricole

News

 

 

Tra le diverse attività intraprese nell’ambito del progetto dedicato alla biodiversità, molte hanno come obiettivo la valorizzazione della diversità all’interno delle aziende agricole: ciò significa, per esempio, salvaguardare i diversi ambienti naturali esistenti, oppure crearne di nuovi, e favorire il ripopolamento di flora e fauna autoctone. Tale ricchezza, oltre a influenzare positivamente la vitalità stessa di un’azienda agricola, si riflette sulla qualità dei prodotti e contribuisce alla tutela del paesaggio. 

In quest’ottica, le aziende agricole che fanno parte del nostro ecosistema lavorano costantemente per raggiungere un obiettivo preciso e concreto, che coniughi la sostenibilità ambientale con la salvaguardia biodiversità. E’ il caso, per esempio, di alcune realtà della provincia di Treviso, Verona e Padova che, nel corso del 2021, saranno protagoniste del progetto europeo LIFE Biodiversità PollinAction: coordinato dall’Università Ca’ Foscari di Venezia, con la partecipazione anche della Regione Veneto, punta alla salvaguardare gli insetti impollinatori e alla tutela della biodiversità. Si tratta delle seguenti aziende agricole: 

  • Ca’ Magre in provincia di Verona
  • Le Coccinelle in provincia di Treviso
  • Fontanabona in provincia di Verona
  • Olivieri Stefano in provincia di Verona

Da queste aziende, inizierà la piantumazione di siepi, di alberi e arbusti autoctoni, e la semina degli antichi prati a fiore che favoriscono gli insetti impollinatori e che vedranno sbocciare fiori di Ajuga reptans , Centaurea nigrescens, Echium vulgare, Malva alcea, Pastinaca sativa, Salvia pratensis Tragopogon pratensi e molte altre specie che fanno parte dell’ampia platea di erbe spontanee dove api, farfalle, e numerosi insetti pronubi potranno trovare rifugio per riattivare la complessa rete trofica naturale.  

A queste aziende dobbiamo aggiungere anche due realtà che fanno parte del progetto “Le Terre di Ecor”: la Fattoria  Di Vaira, in provincia di Campobasso, e l’Azienda Agricola San Michele di Cortellazzo, vicino a Jesolo. La prima, seguita dall’università del Molise, ha già iniziato la piantumazione di 450 giovani piante pronte ad arricchire il paesaggio e la natura del territorio Molisano, così come la seconda ha arricchito di nuove piante la propria superficie aziendale, grazie all’importante contributo dell’Associazione Verde Bene Comune di Jesolo e dell’iniziativa Adotta un albero. 

Questi sono solo alcuni esempi delle attività che stiamo portando avanti nell’ambito del progetto dedicato alla biodiversità, un progetto che punto a rendere le aziende agricole autentiche oasi di Vita.